Velo Club Lugano: Edizione 70

vcl_articoloLUGANO - Il Gran Premio Città di Lugano si appresta a celebrare la sua settantesima edizione. La città del Canton Ticino si prepara ad accogliere gli interpreti del grande ciclismo internazionale domenica 28 febbraio per una nuova gara professionistica inserita nel calendario Europe Tour classe 1.H.C. Nell’accogliente Sala del Consiglio Comunale è stata presentata la competizione alla presenza di autorità, sostenitori e dei tanti appassionati vicini a questo evento di inizio della stagione ciclistica europea.

Il presidente del Velo Club Lugano, Andrea Prati, quello del Comitato d’organizzazione, Elio Calcagni, e Patrick Calcagni hanno illustrato le particolarità del “Gran Premio” che quest’anno si svolgerà nel segno della tradizione. Riconfermato il percorso, molto spettacolare e valido dal punto di vista tecnico che, dopo un primo tratto di “lancio” vedrà un circuito da ripetere per cinque volte, un “otto” che vedrà transitare per dieci volte i concorrenti sotto lo striscione di arrivo a beneficio degli sportivi che affolleranno il lungolago luganese.

Particolare attenzione è stata dedicata alla sicurezza con un gran numero di volontari presenti sul tracciato che si affiancheranno alle forze dell’ordine. Vicino alla gara il comune di Lugano rappresentato in sede di presentazione dal sindaco Marco Borradori e dal vicesindaco Giovanna Masoni. Così come il comune di Collina d’Oro, sede del Gran Premio della Montagna, con Stefano Besomi a rappresentare questa località in qualità di capo del Dicastero dello Sport e del Turismo. Tra le maggiori novità delle competizione c’è il nuovo sponsor principale, la Locatelli Elettricità e Telecomunicazioni che si affaccia nel mondo del ciclismo con grande entusiasmo e non da ultimo la nuova veste grafica con un logo studiato appositamente per la gara.

“ Ringrazio i nuovi sostenitori del Gran Premio così come tutti coloro che da tempo ci sono vicini – ha affermato Andrea Prati – oltre naturalmente alle amministrazioni comunali che ci permettono di mandare in scena questa gara professionistica. Lo scorso anno l’Unione Ciclistica Internazionale ha eletto la nostra corsa al rango di Hors Categorie, ora noi puntiamo a fare un ulteriore passo in avanti proponendoci per entrare nel World Tour. Metteremo tutta la nostra passione e professionalità nell’allestire questa giornata sportiva”. Saranno 184 i chilometri di corsa. Cinque giri completi di un circuito di 34 chilometri, con due passaggi ogni giro sotto lo striscione di arrivo, più un mezzo giro iniziale: “Ritengo sia un percorso abbastanza impegnativo con 2520 metri di dislivello totale. Oltre al Gran Premio della Montagna posto in località Collina d’Oro – commenta Elio Calcagni – ogni giro ci sono altre asperità che permetteranno la selezione e daranno la possibilità ai migliori atleti di mettersi in luce”. Quindici le formazioni iscritte, ognuna al via alle ore 11.30 di domenica dal lungolago di Lugano, con otto concorrenti.

I commenti sono chiusi